Radici & Tuberi

1–15 di 29 risultati

    • Paese d'origine: Olanda
    • Descrizione:
      Questa radice, cha assomiglia nella forma e nelle dimensioni a quella della barbabietola rossa, è un alimento poco calorico perché la maggior parte del peso è costituita da acqua: circa il 95%. Una porzione di rape del peso di 100 g apporta meno di 20 kcal. Trascurabile la quantità di grassi, poche le proteine, solo l’1%, e minimo l’apporto di zuccheri: solo il 4%.

      La rapa bianca è un alimento ricco di sali minerali, sopratutto calcio, fosforo, potassio, magnesio, zolfo, iodio, e di vitamine, soprattutto vitamina A, vitamina C e acido folico.

      Le rape, grazie alla buona quantità di composti solforati e azotati, hanno buone qualità antiossidanti e disintossicanti. Importante è la quantità di fibra alimentare, il 2.6% del peso. Ciò le rende un alimento utile al mantenimento del benessere dell’apparato gastrointestinale.

      La radice della Brassica rapa contiene elevate quantità di cellulosa e, per questo motivo, viene considerato un alimento di difficile digestione. Le rape bianche sono ottime consumate fresche in insalata e anche cotte al vapore e poi gratinate al forno.

    • Paese d'origine: Italia
    • Descrizione:
      È una variante di questa pianta, storicamente coltivata nella laguna veneta, che è stata preservata, non subendo processi di mutamento o cambiamento e che è particolarmente riconoscibile per i suoi evidenti anelli rossi concentrici all’interno delle sue radici bianche e rosse. La forma è tipicamente conico-rotondeggiante e le sue dimensioni ottimali sono comprese tra i 5 e gli 8 cm di diametro.

      Altra particolarità della variante di Chioggia è la stagione di produzione, permessa dalla particolare mitezza del clima del territorio lagunare. Mentre solitamente la barbabietola è un ortaggio estivo, questa variante ha una produzione primaverile precoce (può partire già da marzo) e una seconda produzione autunnale. La coltivazione non necessita particolari cure, mentre è il terreno a dover essere scelto con cura e attenzione. La semina viene effettuata in agosto (per raccogliere a fine settembre e ottobre) e marzo (per la raccolta estiva). La raccolta viene poi effettuata manualmente, sradicando le piante dalla sommità e ripulendole sommariamente dalla terra. Un lavaggio precede il confezionamento che può essere della pianta con foglie o senza.

    • Paese d'origine: Olanda
    • Descrizione:
      Le barbabietole gialle nascondono nei propri tessuti un denso contenuto di acqua unita a potassio, magnesio, fosforo, zuccheri e numerosi altri sali minerali, nonché le vitamine A e C.

      Consumare questo vegetale vi aiuterà a combattere le infezioni, grazie alle proprietà antisettiche, ristabilire il vostro equilibrio intestinale, e rimettervi in forma perché è anche un ottimo ricostituente. Il suo succo è stato di recente studiato per le capacità stimolanti, specialmente in ambito sportivo e nel mondo medico, nel quale la si suggerisce per lo scarso contenuto calorico e l’lto impatto nutrizionale. Si tenga presente, che per cento grammi di barbabietola cotta, si assumono solo 43 calorie!

      Anche gli acidi grassi saturi e non sono in bassissima percentuale, per non parlare del colesterolo, che sembrerebbe del tutto assente. Esistono tuttavia dei casi in cui Il consumo della barbabietola potrebbe non essere consigliato, ad esempio nei casi di sofferenza di calcoli renali , a causa della presenza di ossalati, ma anche in ipotesi di infiammazioni gastriche, le cd. Gastriti, tenendo presente che è un genere vegetale che stimola la secrezione di succhi gastrici, nonché per coloro che soffrono di diabete, ma questo era abbastanza chiaro, essendo questo genere di vegetali pieno di zuccheri.

    • Paese d'origine: Olanda
    • Descrizione:
      La barbabietola rossa è una radice consumata generalmente come contorno, che apporta poche calorie: solo 19 kcal per una porzione del peso di 100 g. Il 90% circa del peso è costituito da acqua. Piuttosto contenuto l’apporto di carboidrati, proteine e grassi: il 4%, l’1.3% e lo 0.2% rispettivamente.

      La rapa rossa è un alimento ricco di sali minerali, soprattutto di ferro, potassio e fosforo, nonché con buone quantità di vitamine soprattutto C ed A. Buona la concentrazione di micronutrienti antiossidanti come antociani, allantoine e flavonoidi.

      La barbabietola rossa ha note qualità depurative, digestive, remineralizzanti e anti-anemiche. Al fine di assicurasi l’assorbimento della buona quantità di ferro che apporta, è utile condire un contorno con le rape con un po’ di succo di limone. Buona la quantità di fibra: una caratteristica utile al mantenimento del salute dell’intestino.

      Il consumo di rape è controindicato nei pazienti che soffrono di diabete, vista la discreta quantità di zucchero, e in chi soffre di calcoli renali: la rapa, infatti, contiene una elevata concentrazione di ossalati che, in presenza di calcio, formano l’ossalato di calcio: un sale insolubile che precipita in forma di cristalli nelle nostre vie urinarie.

    • Paese d'origine: Olanda
    • Descrizione:
      La carota bianca detta Daikon è di origine asiatica, ma viene prodotta anche in Europa. I giapponesi la consumano per bruciare grassi, prima della tempura. Contiene poche calorie e molta vitamina C. In cucina si può servire crudo con l’insalata, al forno o stufato. Il Daikon è un ortaggio della famiglia di ravanelli e il suo nome significa “grande radice” per le dimensioni della sua base larga.

      Il sapore è simile a quello del ravanello, anche se ha una nota maggiormente piccante. Le proprietà del daikon sono davvero tante. Secondo diversi studi aiuterebbe perfino a prevenire i tumori e come brucia grassi. 100 grammi di daikon contengono appena 18 calorie, zero grassi e tanta vitamina C, pari al 30 per cento del nostro fabbisogno giornaliero. Infine, la carota bianca è ricca di enzimi che aiutano a digerire, di carboidrati e proteine; è depurativa ed ha un potente effetto drenante.

    • Paese d'origine: Olanda
    • Descrizione:
      Le carote gialle sono ricche di luteina, nutriente molto importante per la vista, ma non solo, disturbi cardiovascolari. Contiene anche buone quantità di betacarotene che consentono l’assunzione di vitamina C.
    • Paese d'origine: Olanda
    • Descrizione:
      Già osservando il colore di queste carote si intuisce facilmente che, oltre al contenuto di betacarotene, contengono anche elevate quantità di antociani, gli stessi contenuti nei mirtilli, nelle more, nelle more di gelso e così via, dall’elevato potere antiossidante, grazie al quale svolgono una valida attività contro l’invecchiamento dei tessuti. Esercitano inoltre una notevole protezione sulla circolazione capillare utile in caso di cellulite, fragilità capillare ed emorroidi. Gli antociani hanno elevate proprietà antinfiammatorie e antiaggreganti, tanto che un buon consumo di alimenti che ne contengono contribuisce a mantenere nei limiti corretti il livello di colesterolo nel sangue. Questi composti vegetali rientrano nel gruppo dei cosiddetti scavenger (cioè spazzini) dei radicali liberi.

      Secondo uno studio della dottoressa Anneline Padayachee (Università del Queensland) pubblicato su Food Chemistry, le carote nere vantano un contenuto di polifenoli tale da costituire una valida protezione contro la degenerazione delle cellule in direzione neoplastica. In particolare i vantaggi si registrano nella prevenzione dei tumori del colon perché in questi ortaggi i polifenoli sono strettamente legati alle fibre della carota e vengono liberati sono nelle ultime fasi della digestione e quindi proprio a livello dell’intestino, ove esercitano appieno la loro azione.
      Ottime crude, cotte o sotto forma di succo

      Se da una parte è ovvio che le carote nere si cucinano in tutti i modi utilizzati per le carote arancioni, è anche vero che, per ottenere il massimo del beneficio, soprattutto in termini di vitamine, sarebbe meglio assumerle crude. Il centrifugato di carote nere (magari associando due carote e una mela) bevuto subito dopo la centrifugazione, offre sicuramente un valido apporto di vitamine (vitamine A e C e vitamine del gruppo B) e di sali minerali (ferro, calcio, potassio e selenio) nonché un tasso di sostanze antiossidanti dodici volte maggiore rispetto a quello delle normali carote.

    • Paese d'origine: Olanda
    • Descrizione:
      Le carote viola, sono solo una delle tante varietà di carote presenti sul nostro mercato. Oltre a queste infatti ricordiamo le tradizionali carote arancioni, a cui ultimamente si aggiungono quelle rosse, gialle e porpora. Una vera e propria novità dunque, che porta al seguito anche molti benefici. Per le carote viola infatti si tratta delle antocianine, che risiedono nel manto scuro e che apportano molteplici benefici al nostro organismo. Per quanto riguarda i nutrienti infatti, questa carota sembra indispensabile per il nostro viver bene. E’ altamente antiossidante, si parla di quattro volte di più rispetto alla carota classica, e ciò è permesso dall’azione di questi pigmenti, gli antociani appunto, che appartengono alla famiglia dei flavonoidi e che garantiscono oltre a ciò, anche funzioni antiinfiammatorie. A quest’ultime si aggiungono proprietà antiallergiche e vaso protettrici indispensabili quindi per agire sulla prevenzione a determinate malattie. Un vero e proprio beneficio per stomaco e intestino che giovano pienamente di queste proprietà antitumorali, grazie alla forte presenza dei polifenoli, a cui si aggiunga il controllo del colesterolo e quello relativo ai radicali liberi, riconducibili all’azione d protezione capillare, tipico di ortaggi e frutti dal manto scuro (vedi mirtilli, more, fragole, ciliegie..).
    • Paese d'origine: Costarica
    • Descrizione:
      Ha una radice tuberizzata commestibile, molto ricca in amido. La specie è coltivata in gran parte delle regioni tropicali e subtropicali del mondo. La radice di manioca è in effetti la terza più importante fonte di carboidrati (e senza glutine) nell’alimentazione umana mondiale nei Paesi tropicali, assieme all’igname e all’albero del pane, ed è una delle principali fonti di cibo per molte popolazioni africane. La radice viene preparata e cucinata in moltissimi diversi modi
    • Paese d'origine: Francia
    • Descrizione:
      Il crosne è un tubero vegetale commestibile ricavato dalla radice di piante spontanee che crescono sottoterra e sono classificate, in ambito merceologico, al III gruppo dei cibi alimentari commestibili che non possono essere consumati crudi ma cotti alla stregua dei legumi e cereali.Per quanto concerne le proprietà nutrizionali del crosne, si deve ricordare che essendo porzioni di fusto delle varietà vegetali e delle colture che crescono spontanee nel mondo rurale e floristico, sono una potente “miniera” e fonte naturale di amido, inulina, fibre alimentari e carboidrati complessi in grado di apportare una riserva energetica inestimabile per il regime alimentare dell’uomo e nel mondo zoologico. Il crosne assolvono ad una primaria funzione energetica, al pari dei cereali e dei legumi, ma si possono considerare come dei prebiotici ed equilibratori della flora intestinale.
    • Paese d'origine: Thailandia
    • Descrizione:
      La curcuma è una pianta erbacea dal colore giallo-ocra originaria dell’India. Gli indiani ne conoscono i benefici da più di 5mila anni. Sin dall’antichità è conosciuta infatti non solo come spezia, ma anche come colorante e antinfiammatorio.

      La curcuma detta anche zafferano delle Indie è una pianta caratterizzata da lunghe foglie di forma ovale che accolgono dei particolari fiori raccolti in spighe, da questi si estraggono i rizomi che prima di essere utilizzati vengono fatti bollire ed essiccare e poi schiacciati con dei particolari attrezzi che danno vita alla nostra “polvere magica”. Definire la curcuma come una polvere magica può sembrare un’esagerazione, ma invece non lo è, le proprietà di questa pianta sono tantissime… Una delle proprietà più sorprendenti della curcuma è l’effetto antitumorale. Questa preziosa pianta, infatti, contrasta l’insorgere della leucemia e di ben otto tipi di tumore che colpiscono colon, prostata, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni e mammelle. La validità di questa teoria che viene tramandata da secoli dalla tradizione popolare è confermata da nuove teorie mediche e da un dato reale: in India e più in generale in Asia (il continente dove si consuma più curcuma in assoluto), l’incidenza dei tumori è molto più bassa rispetto al resto del mondo.

      La curcuma ha inoltre delle eccezionali qualità antiossidanti, perché in grado di trasformare i radicali liberi in sostanze innocue per il nostro organismo. Di conseguenza, è in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare.

    Conf. 8x250 gr / 3 kg
    • Paese d'origine: Francia
    • Descrizione:
      La radice di daikon nero è un ortaggio molto diffuso in Asia, in particolar modo in Giappone e soltanto di recente sta riscuotendo una buona dose di successo anche nel vecchio continente. Risulta reperibile sia nei negozi di generi alimentari sia nei negozi biologici.

      Gli utilizzi che si possono fare in cucina della radice di daikon nero sono molteplici: il loro uso è frequente per la preparazione di insalate, minestre, zuppe ma anche per la realizzazione di ricette che fanno parte della cultura gastronomica orientale.La radice di daikon nero ci offre tante proprietà di cui il nostro organismo può beneficiare. Questa ortaggio può essere senza dubbio considerato un naturale bruciagrassi, in quanto la sua azione tende a bruciare i grassi del nostro corpo che risultano in eccesso.

      Le sue proprietà mucolitiche tendono a bruciare anche i grassi di origine animale. Molto spesso, proprio quando si realizzano dei piatti a base di carne molto grassi e, pertanto difficili da digerire, si ha la tendenza ad abbinarli con la radice di daikon nero che, in questo caso, funge da contorno.

      Proprio nel momento in cui vengono sciolti i depositi di muco, questo ortaggio può sicuramente aiutare coloro i quali sono alle prese con un’eccessiva quantità di colesterolo cattivo presente nel sangue, cercando di ridurla il più possibile.

      L’apporto vitaminico che riesce a conferire al nostro corpo è importante e la vitamina C è quella più presente, la cui azione è volta a rafforzare le nostre difese immunitarie.

      La radice di daikon nero può essere un valido alleato quando si è alle prese con la tosse o il raffreddore, in quanto la sua azione tende a ridurre gli eccessi di muco.

      Cerca di restituire un certo equilibrio rimuovendo gli eccessi di liquidi presenti nel nostro organismo. Produce degli effetti depurativi e favorisce la diuresi. Questo ortaggio non contiene glutine pertanto può essere mangiato senza problemi anche dai soggetti affetti dal problema della celiachia.

      Proprio per la sua qualità di bruciare grassi in modo naturale, la radice di daikon nero produce dei favorevoli effetti digestivi e può aiutare le persone con problemi di ritenzione idrica.

    • Paese d'origine: Italia / Germania
    • Descrizione:
      Il Daikon dal Giapponese letteralmente “grossa radice” è un ravanello bianco gigante originario dell’Asia Orientale. Ha una consistenza carnosa e sapore piccante. Viene molto usato come condimento. Le sue virtù sono numerose: è diuretico e drenante del fegato, utile per eliminare l’eccesso d’acqua nei tessuti, come bruciagrassi naturale, ottimo a tavola per accompagnare i fritti e nelle insalate. Si consuma fresca grattugiata nelle insalate, oppure cotta nelle zuppe o saltata con altre verdure, si sposa bene con carote e cetriolo. Può essere lungo da 14 cm a 1 mt e pesare fino a 3 kg.

    • Paese d'origine: Costarica
    • Descrizione:
      L’ Eddo è un tubero commestibile della stessa grandezza della patata. E’ coperto da una buccia fibrosa marrone e la sua polpa è chiara.
      L’ Eddo deve essere pelato e tagliato a pezzetti. Si può fare al forno, in pentola o fritto. Si utilizza nelle minestre per dare gusto e consistenza.
      L’Eddo viene coltivato nell’America del Sud e in particolare modo in Colombia, dove è molto diffusoe conosciuto.L’Eddo dà un apporto energetico di 104 calorie per 100 grammi e contiene vitamina C, B1, fosforo e ferro

    • Paese d'origine: Thailandia
    • Descrizione:
      La galanga è una radice di origine asiatica, conoscuta anche come zenzero thailandese, è una spezia molto usata nella cucina tailandese. Questo alimento può essere utilizzato in moltissimi modi ed è ideale per tutti coloro che seguono diete vegane e vegetariane.

X